Ban Ki-Moon incontra Renzi nel canale di Sicilia

image

L’incontro trilaterale tra Ban Ki-Moon, Renzi e Mogherini non ha portato i risultati sperati. Le tre personalità politiche si sono incontrate a bordo della nave militare San Giusto al fine di preparare e persuadere il Segretario Generale sulle proposte italiane da mettere in atto con l’ausilio europeo e il placet internazionale dell’ONU. Evidentemente dalla parte italiana si era sperato in una promessa d’impegno più corposa da parte del Segretario Generale dell’ONU; promessa che avrebbe dovuto essere inerente l’autorizzazione ad intervenire in Libia per contrastare l’emergenza migranti. L’intervento dell’ONU sarebbe necessario in virtù dell’assenza di un governo unitario in Libia e delle difficoltà che stanno facendo tabula rasa delle già scarse possibilità di formazione d’un governo unico e unitario col quale dialogare.

Si delinea un quadro che porta a un allargamento del contesto nel quale affrontare la questione dell’immigrazione, dove sarà possibile rinvenire consenso e forse risorse. Il coinvolgimento di Ban Ki-Moon potrebbe forse permettere all’Italia di recuperare parte del ritardo accumulato nei mesi di presidenza del Consiglio Europeo, il quale è certamente il luogo adatto per porre nell’agenda politica questa delicata questione.